Cruzando puertas

En esta inmensa tristeza, desnudo ante la responsabilidad de ser, rendido a la eternidad sincera y piadosa que todo vuelve a colocar en su sitio, observo este vacío, denso y pleno cómo el cielo del desierto. No puedo verte, pero aquí estás. Tu ausencia es un árbol en flor. Gracias Abu Ali.

(Barcelona, 21/11/19)

070

En mi niñez hermané R con 3 y T con 7. A pesar de las evidencias, B nunca entró en intimidad con 8 y tampoco A con 4. F la más hosca, no se juntaba con nadie.

Finimondo

Cinquanta giorni in Italia negli ultimi due mesi, non mi succedeva da 16 anni. Mi ritrovo in un paese saccheggiato, roso dall’impotenza e dalla rabbia, culla di bambini feroci. Più che un paese decaduto è un paese schiantato, che ha fatto del dramma una macchietta brutale e patetica.

Però, se prendo distanza e ascolto, mi ritrovo con la bellezza della sua lingua, ricca e giocosa. Briccone, andare a zonzo, finimondo, origliare, menare il can per l’aia, nullafacente, occhiolino, malmostoso, infuriato, battibecco, scavezzacollo. Ogni lingua è storia viva, affascinante ed evocatrice; ma questa, in bocca a un popolo che dalla storia è stato investito, sembra ora un eco lontano, una lingua estranea alla sua gente come lo è al conquistatore o all’algoritmo.