Digitali

Ho un’impronta digitale che urla per me. Per questo mi sono tagliato tutte le dita della mano sinistra. Un moncherino delizioso!
Un dito l’ho spedito a mia zia, in Connecticut, che non so dove sta e nemmeno come si scrive; speriamo sia arrivato! L’indice l’ho mandato al vecchio parroco del paese in cui ho vissuto durante l’infanzia. Il terzo, il medio, ce l’ho ficcato in culo, mentre pollice e mignolo li ho attaccati assieme, finalmente vicini.

Marco Noris, Bologna, 2002

Publicado por

mnoris

Un italiano en camino